Domenica, 09 Agosto 2020

E Eventi

Sagra dell'uva 2016

Quando ancora nelle vigne brilla l’oro giallo di Puglia, Rutigliano si prepara a festeggiarne la storia e l’abbondanza, con le sue immense distese coltivate a vite da tavola. Il mese di settembre per Rutigliano, infatti, non è dedicato solo ai solenni festeggiamenti religiosi in onore del SS. Crocifisso, ma anche alla decennale Sagra dell’Uva. Un appuntamento con la tradizione e con la storia, che si rinnova di anno in anno diventando sempre più attrattiva turistica. Fin dai primi anni ‘60, infatti, Rutigliano decide di dedicare un’intera manifestazione al suo prodotto di punta, l’uva da tavola. Celebrata, osannata, cantata e degustata in ogni maniera, l’uva da tavola è diventata il segno di riconoscimento del territorio rutiglianese, l’elemento a cui è legato in modo univoco tanto da organizzarvi una delle sagre settembrine più seguite e partecipate nel territorio del sud est barese.

Nata con l’obiettivo di promuovere la produzione di uva da tavola, nel corso degli anni la Sagra si è evoluta, seguendo alcune radicate consuetudini e introducendone di nuove, secondo usi e costumi di quegli anni, ma sostenendo sempre la centralità del prodotto uva: alcuni rimangono ricordi in bianco e nero, cartoline dalla storia che rievocano, ad esempio, i bellissimi carri addobbati a festa, che annualmente sfilavano per le vie del centro di Rutigliano. Erano il segno tangibile, fino agli anni ‘90, dell’entusiasmo che coinvolgeva la popolazione rutiglianese: dai produttori ai commercianti, fino ai cittadini comuni che con l’uva non vi lavoravano ma che la consideravano in ogni caso il frutto prediletto di questa terra, da custodire e tramandare assieme alle tradizioni e alla cultura di un’intera comunità. Altre tradizioni, come quella del concorso, permangono ancora oggi nell’organizzazione della Sagra: ogni anno sul palco vengono premiati, infatti, i grappoli di uva che appartengono alle categorie della qualità, del peso, della migliore composizione artistica e della migliore composizione commerciale, accanto alla premiazione delle vetrine commerciali meglio allestite e del miglior dolce di uva. Dall’inizio della sua fondazione fino alle sue ultimissime edizioni, la Sagra ha sempre significato per Rutigliano la volontà di distinguersi per qualità ed eccellenza dell’uva da tavola.

La Sagra rutiglianese, però, si è distinta negli anni anche per un altro motivo: da decenni, infatti, il palco della manifestazione ospita alcuni tra i più importanti e rinomati nomi della canzone italiana. Da Raf ai Ricchi e Poveri, da Alexia a Meneguzzi, da Zarrillo a Concato, da Biagio Antonacci fino alle standing ovation per Fiorella Mannoia, tanti sono gli artisti che hanno calcato il palco della Sagra e che hanno portato in piazza migliaia e migliaia di turisti e visitatori, attirati dalla dolcezza e dalla bontà dell’uva di Rutigliano ma anche da una storia che, puntuale, a settembre torna a rivivere come se fosse il primo giorno.

(Testo InfoLoco)

 

Associazione Turistica

Pro Loco di Rutigliano

Via Leopoldo Tarantini, 28
Rutigliano (BA), 70018, Italy

Email: info@prolocorutigliano.it
Tel: +(39) 320 90.41.603